Lo scorso 1 agosto il MIT ha pubblicato alcuni decreti attuativi riguardanti gli incentivi da utilizzare per effettuare investimenti nel settore dell’autotrasporto. Le risorse che sono state messe a disposizione ammontano complessivamente a quasi 36 milioni di euro e sono state suddivise in 4 diverse tipologie di investimento. Circa 10,5 milioni possono essere utilizzati per l’acquisto di veicoli nuovi con massa complessiva a pieno carico da 3,5 tonnellate. Elemento fondamentale è che questi mezzi siano a trazione alternativa a metano o elettrica. Altri 10 milioni sono stati stanziati per acquistare veicoli nuovi Euro 6 con massa complessiva a pieno carico da 11,5 tonnellate: in questo caso è importante che al momento dell’acquisto vi sia la contestuale eliminazione per rottamazione di veicoli di analoga massa di classe Euro inferiore. La terza categoria, a cui sono stati affidati circa 14,4 milioni di euro, riguarda l’acquisizione di rimorchi e semirimorchi nuovi per il trasporto combinato ferroviario o marittimo dotati di dispositivi innovativi. Infine, circa 1 milione di euro va all’acquisizione di casse mobili e rimorchi o semirimorchi porta casse da utilizzare per evitare rotture dei carichi.

Alcuni vincoli legati alla normativa

L’importo massimo che può essere erogato ad ogni singola azienda è pari a 700 mila euro. I beni comprati attraverso i contributi ministeriali, inoltre, vengono sottoposti al vincolo di inalienabilità fino a tutto il 2019, pena la revoca del contributo. Gli acquisti finanziabili devono essere effettuati nel periodo compreso tra il 2 agosto 2017 e il 15 aprile 2018. Per i veicoli da 3,5 tonnellate a trazione alternativa a metano e a motorizzazione ibrida l’importo del contributo è di 4 mila euro. Diventa di 10 mila euro per i veicoli a trazione elettrica. Nei casi di mezzi con peso superiore a 7 tonnellate, invece, il valore dell’incentivo è pari a 8 mila euro per i veicolo e di ben 20 mila euro per quelli LNG o a motorizzazione ibrida.

Chi può accedere all’incentivo ministeriale

Il decreto di attuazione ha anche stabilito i termini e le modalità di compilazione e di presentazione della domanda. L’unico modo per inoltrare la richiesta è per via telematica, attraverso il Portale dell’Automobilista. Ogni azienda – necessariamente iscritta all’Albo degli Autotrasportatori o al REN – può presentare una sola domanda a partire dal 18 settembre prossimo ed entro il 15 aprile 2018,una volta che l’investimento è stato ultimato. Per conoscere le modalità specifiche bisogna attendere ancora qualche giorno, per la precisione l’11 settembre 2017, data in cui saranno pubblicate sul sito del MIT nella sezione Contributi ed Incentivi.

Entra in vigore il divieto di sorpasso notturno
Previous post

Divieto di sorpasso notturno per i camion: è realtà sulla A22

Volvo lancia le special edition Ocean Race
Next post

Volvo lancia le special edition Ocean Race

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *