Nonostante siano passati davvero molti anni dal primo modello di Scania, e tante siano state le evoluzioni di questo storico grande marchio dei giganti della strada, le novità lanciate sul mercato dalla casa produttrice nordica fanno ancora scuola. Gli svedesi, infatti, non hanno perso la voglia di sperimentare e così, dopo aver messo a punto gli ultimi accorgimenti sulla cabina e aver migliorato in modo considerevole l’aerodinamica, ecco che i motori della casa del Leone tornano ad essere protagonisti. Questa volta è il 6 cilindri in linea a giocare un ruolo di primo piano, grazie alla variante 450 CV SCR. Ciò che cambia non è la capacità globale, un 13 litri infatti era già presente a listino, ma è l’ambito consumi ad aver ottenuto una spinta di tutto rispetto sotto il profilo dell’efficienza grazie proprio alla tecnologia SCR.

Senza ricircolo del gas di scarico c’è tutto da guadagnare

All’inizio è stata Iveco ad introdurre l’idea di SCR, quindi Scania ha raccolto la sfida per dare il massimo ad uno dei motori di punta, tra quelli in linea, di tutta la vasta gamma. Infatti le prove fino ad ora eseguite avevano riguardato i 5 cilindri o, al massimo, il 6 da 410 CV: un po’ pochini se si pensa alle esigenze complessive di tutto il mercato. E così Scania ha dato il via al progetto R450, per colmare quel vuoto che ora è stato riempito alla grande. Grazie all’ormai nota coppia firmata dalla casa produttrice svedese, i 450 CV del motore del Leone possono fare a gara con tutti i competitor che ne montano addirittura 480 o anche 500. Senza dimenticare poi la cabina Topline, il cui nome lascia già intravedere tutto l’equipaggiamento di ultima generazione di cui é dotata.

Consumi ridotti, anche nelle lunghe percorrenze

Una pubblicità di qualche tempo fa recitava “Provare per credere“. Con l’R450 verrebbe da dire la stessa cosa. La rinuncia all’EGR, infatti, rende tutta la struttura notevolmente più efficiente rispetto agli altri numerosi modelli della gamma Scania. Non solo perché con l’SCR si arrivano a risparmiare circa 40 kg di peso, ma anche perché questa novità, insieme all’innovativo Eco Roll, è in grado di favorire la scorrevolezza, soprattutto a marcia sganciata, rendendo la marcia più fluida, in ogni situazione, riducendo notevolmente i consumi e le componenti inquinanti immesse nell’ambiente, per un’evoluzione non solo conveniente ma anche ultra sostenibile.

Previous post

Roma diventa capitale dell’automotive

Next post

Con DAF l'Euro 6 diventa conveniente

1 Comment

  1. Grifoner Swedish
    16 agosto 2015 at 11:17 — Rispondi

    La perfezione

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *