Il primo agosto del 2017 sull’Autobrennero, cioè sull’A22, fu introdotto il divieto di sorpasso per i mezzi pesanti quasi totale (0-22). Ebbene, a distanza di circa un anno questo provvedimento sta iniziando a dare i suoi primi frutti, riducendo sostanzialmente il numero di incidenti nonostante l’incremento dei mezzi pesanti lungo l’autostrada.

Nei primi mesi del 2018, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, è stato registrato un aumento del traffico dei mezzi pesanti pari al 6,92%. La percentuale di incidenti comprendente i veicoli con massa inferiore a 7,5 t sull’A22 è calata da 61,42% nel 2006 a 37,89% nel 2017. Bisogna considerare che nel 2006 il divieto di sorpasso per i veicoli con massa superiore a 7,5 t era attivo solo dalle 6:00 alle 22:00 lungo il tratto Brennero-Ala. A partire dal primo agosto del 2017 invece il divieto di sorpasso ai mezzi pesanti è stato esteso dalle 00:00 alle 22:00 su tutto il tratto autostradale.

Esulta Carlo Costa: “Funzionano i miglioramenti per aumentare la sicurezza stradale”

Carlo Costa, direttore tecnico generale dell’A22, apprende con piacere questi dati e sottolinea le migliorie apportate per aumentare la sicurezza stradale. Tra gli interventi più importanti il direttore segnala l’allargamento della corsia di emergenza da 2,50 m a 3,50 m tra Egna e Verona Nord, e l’aumento della lunghezza e della larghezza delle piste di accelerazione e di decelerazione lungo l’asse. A beneficio dei conducenti che hanno bisogno di riposarsi sono inoltre stati aumentati il numero di stalli, che oggi sono 1.245.

Inoltre nelle aree di sosta dedicate è stato potenziato il sistema di illuminazione per una maggiore sicurezza personale durante il riposo. Alcune di queste aree sono inoltre dotate di un apposito sistema di videosorveglianza 24h, che trasmette le immagini direttamente alle centrali di controllo. Le telecamere di sorveglianza quindi, agendo da remoto, sono in grado di supportare gli ulteriori sistemi anti-intrusione composti da muretti, colonnine a raggi infrarossi e recinzioni metalliche.

Il divieto non piace ai camionisti

Nonostante le parole di Costa ed i miglioramenti strutturali lungo l’A22, ai camionisti continua a non piacere il divieto di sorpasso.

Il referente regionale Piero Cavallaro, dopo essersi seduto al tavolo con i vertici autostradali in rappresentanza della Fita Cna, ha chiesto a nome dei camionisti l’abolizione del divieto di sorpasso per i mezzi pesanti. Nello specifico gli autotrasportatori avanzano anche altre richieste, come maggiori stalli soprattutto dedicati al trasporto di merci pericolose ed in generale un maggiore potenziamento delle aree di sosta. Tra le proposte avanzate c’è la richiesta di servizi igienici più puliti, docce a pagamento e potenziamento dell’offerta della ristorazione.

Mani di un uomo alla guida di un camion
Articolo precedente

Come eliminare il dolore alle mani dopo una giornata alla guida?

Veicoli circolanti sull'autostrada del Brennero.
Articolo successivo

Autostrada del Brennero: cosa cambia con i pedaggi

Nessun commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *