Il lavoro dei camionisti è uno dei mestieri più stancanti che esistano. I dolori che riguardano questa categoria di lavoratori sono soprattutto quelli che interessano il sistema muscolo-scheletrico. Infatti, considerando la posizione da seduti che i camionisti sono tenuti ad avere per un lungo tempo, i casi che si registrano con maggiore frequenza sono le ernie, le discopatie oppure malattie come la spondilosi. Secondo diversi studi, gli italiani sono molto preoccupati per le malattie che riguardano l’invecchiamento, lo stress e la sedentarietà, tutte collegate al lavoro di camionista. Tutti fattori che possono provocare diverse conseguenze e portare ad un dolore intenso e addirittura invalidante nei casi più gravi. Proprio per questo motivo in questo articolo indichiamo gli esercizi per il dolore cronico che i camionisti dovrebbero seguire periodicamente o comunque ogni volta che ne hanno la possibilità.

Questi esercizi sono finalizzati a prevenire il dolore cronico. Gli effetti negativi di alcune posture o comportamenti sbagliati non si sentono nell’immediato, ma a distanza di mesi o addirittura anni. Questo tipo di dolore cronico influisce soprattutto sulla muscolatura e può interessare la parte cervicale, la bassa schiena e le articolazioni. Alcuni esercizi possono essere d’aiuto per combattere questo tipo di dolore e aiutare gli autotrasportatori a svolgere il proprio lavoro correttamente da un punto di vista fisico.

Alcuni studi hanno dimostrato che bisogna effettuare determinati allenamenti quotidiani per prevenire la comparsa del dolore. Questi esercizi per il dolore cronico vanno poi integrati con altri che devono essere svolti ogni giorno per combattere la sedentarietà, che è una condizione molto presente nei camionisti e che può favorire l’insorgenza di specifiche patologie.

Quali esercizi per il dolore cronico svolgere?

Gli esercizi contro il dolore cronico sono fondamentali per garantire un certo grado di benessere a chi svolge un lavoro in cui si è sempre seduti. Ovviamente questi esercizi possono essere fatti tranquillamente anche prima di mettersi alla guida del proprio camion. Vediamo quali sono:

  • effettuare dei movimenti di inclinazione della testa, prima verso destra e poi verso sinistra, poi avanti e indietro mantenendo ogni posizione per 10 secondi. Questo esercizio serve a diminuire l’irrigidimento del collo;
  • fare delle rotazioni con le spalle sia in avanti che all’indietro per 10 secondi ciascuna. Questo esercizio è utile per ridurre la rigidità della parte superiore della schiena e delle spalle;
  • stendere le braccia e i polsi avanti e dietro. Questo esercizio di stretching è importante per evitare dolori alle braccia o alle mani;
  • per evitare il dolore alla parte bassa della schiena e alla colonna vertebrale si possono effettuare, mantenendo la schiena dritta, dei leggeri piegamenti laterali del busto. Questo esercizio va fatto seduto sulla sedia e con i piedi dritti a terra;
  • per mantenere la circolazione sanguigna attiva, si possono sollevare le gambe da seduti, rimanendo in questa posizione per alcuni secondi.

Questi esercizi sono utili per diminuire il dolore cronico e, per essere efficaci, devono essere svolti tutti i giorni in maniera attenta e corretta. Questo richiede che una piccola parte della propria giornata lavorativa sia dedicata al proprio benessere. Possiamo quindi concludere che gli esercizi appena descritti sono fondamentali per chi, come i camionisti, effettua una vita lavorativa sedentaria e vuole prevenire il dolore cronico.

Risparmio sui costi e consumi ridotti con la guida autonoma
Articolo precedente

Codice della strada: le novità per i camionisti

dati 2018 lavoro camionista
Articolo successivo

Rapporto IRU, le aziende europee non crescono a causa della carenza di camionisti

Nessun commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *