La fiera Ecomondo di Rimini, che è stata un’eccellente vetrina per un gigante come Ford Trucks, ha mostrato i progressi dalla filiale italiana nell’ambito della transizione ecologica. Tra i dati evidenziati emerge un importante risultato per la rete di partner Fort Trucks Italia che vanta al momento 11 dealer e 53 service. Inoltre le vendite hanno raggiunto l’obiettivo del 4% di quota del mercato nel segmento trattori stradali.

La fiducia riposta nella società deriva dall’affidabilità delle promesse fatte che sono state mantenute. L’amministratore delegato di Ford Trucks, Lorenzo Boghich, a tal proposito durante la presentazione ha sottolineato: “Tutte le promesse che abbiamo fatto nei vari incontri ai quali abbiamo partecipato sono state mantenute. Non vediamo l’ora di mostrare ulteriormente la nostra affidabilità riconfermando l’obiettivo del 5% di Market Share già a fine 2023”.

Quando arriverà su strada il camion elettrico Ford Trucks?

Il camion elettrico della Ford Trucks arriverà sulle strade nel 2024, seppure al momento sono presenti già alcune configurazioni utilizzabili, con predisposizione da servizi ecologici e allestimenti per la distribuzione urbana.

Il veicolo è dotato di un’autonomia che raggiunge i 300 km con una potenza massima che tocca i 390kW di picco e i 270kW in continuo che viene erogata mediante un cambio a quattro rapporti.

Da sottolineare la possibilità della batteria agli ioni di litio, con capacità massima di 392kW, di riportare la riserva dal 20% all’80% in 75 minuti.

Generation-F: l’interesse di Ford Trucks sulla guida autonoma

Ford Trucks mette le radici nel futuro del trasporto con un programma chiamato “Generation-F”. L’interesse dell’azienda è supportare l’utilizzo di soluzioni sostenibili e altamente tecnologiche.

Al momento è in fase di sperimentazione una funzione di guida autonoma con l’F-MAX che può essere controllato da remoto (presentato da Hannover) e con altre due nuove “Tecnologie Autonome” prossimamente disponibili sui veicoli della nuova generazione:
tecnologia “Highway Pilot”. La tecnologia di pilota automatico “Highway Pilot” di livello 4 è in grado di offrire ai veicoli la possibilità di muoversi in modo autonomo tra i centri logistici H2H (da hub a hub). Questa funzione è importante per fornire un trasporto sicuro, economico, ecologico e soprattutto affidabile;
tecnologia “Autonomus Reverse Parking”. Il Parcheggio Autonomo in Retromarcia è una modalità fondamentale per ottenere l’autonomia completa del veicolo non solo nel trasporto, ma anche durante la fase di aggancio carico e scarico.

Quali sono gli interessi dell’azienda?

Il Country Manager di Ford Trucks Italia, Ozan B. Can, in un’intervista ha dichiarato: “L’Italia è tra i paesi in cui opera Ford Trucks dalla crescita più veloce. Ho molta fiducia nel mercato, nei nostri partner e nel network italiano. L’intero gruppo Ford Trucks mira a creare valore per il consumatore finale con le soluzioni di trasporto più efficienti ed un posizionamento particolarmente competitivo in termini di total cost of owernship”.

Quindi l’interesse principale di Ford Trucks è quello di voler sviluppare e ricercare tecnologie sempre più innovative da posizionare sul mercato europeo, con l’obiettivo primario di ridurre significativamente i costi operativi e limitare fortemente le emissioni di carbonio nel trasporto su strada, migliorando al contempo la produttività della flotta a tutto beneficio dell’ambiente.

empty truck
Articolo precedente

Ridurre viaggi a vuoto: nasce la partnership tra Golia e TIMOCOM

Articolo successivo

StradadellaSicurezza: la campagna stradale per guidare con piacere

Nessun commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *