Michelin, tra i principali costruttori internazionali del segmento gomma, ha presentato la sua nuova linea di pneumatici per cantiere. La rinnovata gamma si chiama X Works, e presenta numerose innovazioni tecniche che consentono di aumentare la durata della gomma e di ridurre i correlati consumi di carburante. La misura di punta dell’intera linea è senza dubbio la 13R22.5 – la più richiesta dagli operatori di cantiere nazionali – ma sono disponibili in catalogo anche le 315 – 80R22.5 e le 385 – 65R22.5. I numeri stimati da Michelin per il lancio di questo nuovo pneumatico in Italia sono da capogiro: oltre 90 mila gomme all’anno da immettere nel mercato, per un boom di vendite senza precedenti. Soprattutto in un segmento come quello da cantiere, relativamente contenuto: non a caso, le principali applicazioni di questo tipo di gomme riguardano la raccolta rifiuti, il trasporto cemento e i lavori stradali.

Grande soddisfazione in casa Michelin

Le parole di Giuseppe Gatti, responsabile Autocarro di Michelin, spiegano come la linea X Works sia completamente innovativa. Il merito è dato dalla sua maggiore mobilità su strada che ne facilita anche l’accesso ai cantieri. Ma non solo: la tecnologia con la quale è stata costruita l’intera gamma X Works consente di ridurre i costi di gestione e di aumentare le percorrenze in piena sicurezza, fino al 20 percento in più dei modelli precedenti prodotti dalla casa francese. Svolgono un ruolo primario in questa crescita di potenzialità anche gli intagli presenti sul battistrada, con angoli dei tasselli speciali, che consentono di annullare il rumore su strada, di diminuire gli spazi di frenata e di ridurre il consumo di carburante.

Le principali innovazioni tecnologiche della gamma Michelin

La linea X Works è caratterizzata da tutte le novità tecnologiche 2017 firmate Michelin. Come il Carbion, il materiale derivato da un processo innovativo di miscela di alcuni componenti del battistrada, ancora al loro stato liquido. Il composto così ottenuto è decisamente più omogeneo, migliorando di gran lunga la prestazione chilometrica della gomma. Un’altra importante innovazione presente nella gamma X Works sono le lamelle 3D, capaci di migliorare la trazione e il grip, in particolare su terreni più difficili. Infine, c’è anche il Powercoil, la tecnologia che si lega alla nuova generazione di cavi d’acciaio, leggeri e al tempo stesso robusti, che rendono lo pneumatico solido, riducendo drasticamente la sua resistenza al rotolamento.

I costo del trasporto merci sulle strade
Articolo precedente

I costi del trasporto merci: ecco cosa dice Banca d’Italia

Ecologistico2 software per monitorare l'impatto climatico
Articolo successivo

L’autotrasporto svolta verso il green

Nessun commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *